Mediazione obbligatoria: lo stato delle cose