Ammissibilità della domanda e accertamento giudiziale. Contro la teoria del doppio oggetto del processo