Joyce attinse alla “Ricostruzione futurista dell’universo” per caratterizzare la sua “arte totale”, contemporaneamente popolare e alta che, comprendendo, insieme al tragico l’”antigrazioso”, il comico e il grottesco mescolava liberamente generi e mezzi espressivi, dal teatro di varietà al cinema degli esordi ( Meliès, Cretinetti) come sintesi di “tutte le eccentricità e di tutte le smorfie della futura umanità”. Commentando il suo simultaneo lavoro su vari capitoli di Ulysses, Joyce si vedeva come “homme orchestre” , come “uomo che suonava vari strumenti con differenti parti del corspo”, producendosi in esercizi al limite, in costanti ‘giri della morte’. La scrittura di Joyce, autentica “motion writing”, trasformistica nel senso di Fregoli e cinematografica per l’incorporazione di elementi fuori campo accanto ad elementi in campo, per gli effetti di simultaneità, giustapponeva generi e stili diversi. In particolare, nell’episodio di “Wandering Rocks” la vita di Dublino nell’occasione della visita del Vicerè, conte di Dudley e della sua sfilata attraverso la città, viene presentata come il susseguirsi di numeri di spettacolo che hanno per protagonisti personaggi ( e parti del corpo presentate singolarmente) accanto a oggetti, a parti dell’arredo urbano e monumenti, con un grottesco effetto di animazione totale dello spazio.

Futurist Music Hall and Cinema

VAGLIO, Carla
2010

Abstract

Joyce attinse alla “Ricostruzione futurista dell’universo” per caratterizzare la sua “arte totale”, contemporaneamente popolare e alta che, comprendendo, insieme al tragico l’”antigrazioso”, il comico e il grottesco mescolava liberamente generi e mezzi espressivi, dal teatro di varietà al cinema degli esordi ( Meliès, Cretinetti) come sintesi di “tutte le eccentricità e di tutte le smorfie della futura umanità”. Commentando il suo simultaneo lavoro su vari capitoli di Ulysses, Joyce si vedeva come “homme orchestre” , come “uomo che suonava vari strumenti con differenti parti del corspo”, producendosi in esercizi al limite, in costanti ‘giri della morte’. La scrittura di Joyce, autentica “motion writing”, trasformistica nel senso di Fregoli e cinematografica per l’incorporazione di elementi fuori campo accanto ad elementi in campo, per gli effetti di simultaneità, giustapponeva generi e stili diversi. In particolare, nell’episodio di “Wandering Rocks” la vita di Dublino nell’occasione della visita del Vicerè, conte di Dudley e della sua sfilata attraverso la città, viene presentata come il susseguirsi di numeri di spettacolo che hanno per protagonisti personaggi ( e parti del corpo presentate singolarmente) accanto a oggetti, a parti dell’arredo urbano e monumenti, con un grottesco effetto di animazione totale dello spazio.
Roll Away the Reel World: James Joyce and Cinema
Cork University Press
86
102
9781859184714
C. Vaglio
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Futuristic Music_2.pdf

Accesso riservato

Tipo di file: POSTPRINT (VERSIONE FINALE DELL’AUTORE)
Dimensione 8.21 MB
Formato Adobe PDF
8.21 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Futuristic Music_1.pdf

Accesso riservato

Tipo di file: POSTPRINT (VERSIONE FINALE DELL’AUTORE)
Dimensione 7.44 MB
Formato Adobe PDF
7.44 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/102409
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact