L’articolo partendo da un esempio di inefficiente utilizzazione del servizio di prenotazione alberghiera tramite agenzia di viaggio, esamina i problemi economico-giuridici legati all’uso dello strumento telematico da parte del consumatore. In primo luogo emerge il ruolo dell’informazione, i suoi costi e la sua utilità. La diffusione tramite internet delle valutazioni degli utenti presenta aspetti sia positivi che necessità di una sua regolazione ai fini di una corretta diffusione di notizie e valutazioni utili al mercato. I diritti del turista nello spazio unico europeo trovano nell’uso degli strumenti telematici una loro accentauazione e la necessità di una loro corretta interpretazione ( in particolare il diritto di ripensamento). Sono poi richiamate le esperienze di ADR per risolvere le piccole controversie di turismo, prefigurando quella che sarà la mediazione turistica, in fase ai applicazione. L’articolo evidenzia infine che per adattare l’interpretazione delle regole comunitarie,e nazionali, in tema di diritti del turista è opportuna sviluppare una serie di regole di soft law, (codici di condotta,contratti quadro, documenti informativi) concordati tra gli attori del mercato ( rappresentanti degli operatori economici e dei consumatori) come suggerito dalle direttive comunitarie in tema di commercio elettronico.

Tutela dell'acquirente on line di servizi turistici e information economy.

CALLIANO, Oreste
2004-01-01

Abstract

L’articolo partendo da un esempio di inefficiente utilizzazione del servizio di prenotazione alberghiera tramite agenzia di viaggio, esamina i problemi economico-giuridici legati all’uso dello strumento telematico da parte del consumatore. In primo luogo emerge il ruolo dell’informazione, i suoi costi e la sua utilità. La diffusione tramite internet delle valutazioni degli utenti presenta aspetti sia positivi che necessità di una sua regolazione ai fini di una corretta diffusione di notizie e valutazioni utili al mercato. I diritti del turista nello spazio unico europeo trovano nell’uso degli strumenti telematici una loro accentauazione e la necessità di una loro corretta interpretazione ( in particolare il diritto di ripensamento). Sono poi richiamate le esperienze di ADR per risolvere le piccole controversie di turismo, prefigurando quella che sarà la mediazione turistica, in fase ai applicazione. L’articolo evidenzia infine che per adattare l’interpretazione delle regole comunitarie,e nazionali, in tema di diritti del turista è opportuna sviluppare una serie di regole di soft law, (codici di condotta,contratti quadro, documenti informativi) concordati tra gli attori del mercato ( rappresentanti degli operatori economici e dei consumatori) come suggerito dalle direttive comunitarie in tema di commercio elettronico.
-
108
112
Tutela; turista; on line
O. CALLIANO
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
tuteladellacquirente.pdf

Accesso riservato

Tipo di file: POSTPRINT (VERSIONE FINALE DELL’AUTORE)
Dimensione 1.06 MB
Formato Adobe PDF
1.06 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/104924
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact