Dal male radicale alla banalità del male. Riflessioni su un’idea di Hannah Arendt