L’illegittimità del “Lodo Schifani” e la difesa del costituzionalismo