Antropologia, eros e modernità