Nella voce è trattata la disciplina della società per azioni quotata alla luce delle riforme intervenute in Italia e a livello comunitario a partire dal 1998. Il saggio esamina innanzitutto il tema dei modelli proprietari e dei sistemi di corporate governance, sottolineando l’importanza del dibattito in corso sulla concorrenza tra ordinamenti originato dal caso Centros e interrogandosi sulla preferibilità di un mercato delle regole rispetto ad un sistema di armonizzazione. Il tema della governance è poi inquadrato nel contesto italiano, caratterizzato da un equilibrato contemperamento fra norme inderogabili e autonomia statutaria, ed arricchito dall’elaborazione di codici di autodisciplina (fra i quali, in particolare, quello di Borsa Italiana) che hanno contribuito al progressivo perfezionamento delle regole di governo societario. L’analisi della disciplina delle società quotate muove quindi dai capisaldi del Testo unico della finanza, in particolare dalla tutela delle minoranze, oggetto anche dei principali interventi successivi al TUF (in particolare, la riforma del diritto societario e la legge per la tutela del risparmio). L’ultima parte della voce si sofferma sulla questione dell’inquadramento della società quotata quale “tipo” e sul suo “statuto”, tra diritto comune e diritto speciale.

voce: "Società quotata"

MONTALENTI, Paolo;CERRATO, Stefano
2007

Abstract

Nella voce è trattata la disciplina della società per azioni quotata alla luce delle riforme intervenute in Italia e a livello comunitario a partire dal 1998. Il saggio esamina innanzitutto il tema dei modelli proprietari e dei sistemi di corporate governance, sottolineando l’importanza del dibattito in corso sulla concorrenza tra ordinamenti originato dal caso Centros e interrogandosi sulla preferibilità di un mercato delle regole rispetto ad un sistema di armonizzazione. Il tema della governance è poi inquadrato nel contesto italiano, caratterizzato da un equilibrato contemperamento fra norme inderogabili e autonomia statutaria, ed arricchito dall’elaborazione di codici di autodisciplina (fra i quali, in particolare, quello di Borsa Italiana) che hanno contribuito al progressivo perfezionamento delle regole di governo societario. L’analisi della disciplina delle società quotate muove quindi dai capisaldi del Testo unico della finanza, in particolare dalla tutela delle minoranze, oggetto anche dei principali interventi successivi al TUF (in particolare, la riforma del diritto societario e la legge per la tutela del risparmio). L’ultima parte della voce si sofferma sulla questione dell’inquadramento della società quotata quale “tipo” e sul suo “statuto”, tra diritto comune e diritto speciale.
Il diritto. Enciclopedia giuridica del Sole 24 ore
Corriere della sera - Il Sole 24 ore
15
128
154
9788832468151
http://www.ilsole-24ore.com/
diritto; diritto commerciale; società; società per azioni; società quotata; corporate governance
P. Montalenti; S.A. Cerrato
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/115359
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact