Dialetti, tetti, coperture. Alcune annotazioni in margine a una metafora sociolinguistica