La rivoluzione informatica sta mutando alla radice principi, concetti e istituti degli or-dinamenti giuridici contemporanei, producendo altresì fattispecie inedite e fenomeni del tutto nuovi. Il Manuale è composto da 23 voci che attestano la rilevanza dei mutamenti in atto. Sul piano delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, si tratta di reti, internet e web, con le banche dati, gli sviluppi dell’intelligenza e degli agenti artificiali, oltre alle applicazioni della robotica. Sul piano del diritto positivo, il riferimento va alle specifiche differenze che emergono nei vari settori interessati, come privacy e copyright digitali, diritto penale dell’informatica e informatica forense, amministrazione digitale e processo informatico, sicurezza e commercio elettronico. Sul piano latamente sociale, basti poi far cenno alle ricadute dei social networks, alle nuove formule di distribu-zione dell’informazione e della cultura come le licenze creative commons, ai temi della trasparenza, della libertà di espressione online e dell’open data, fino a questioni di paternalismo e possibili derive autoritarie che chiamano in causa i nodi della fiducia in rete e l’odierno dibattito sull’etica del computer. Il dialogo a più voci, avviato con il presente volume, nasce dalla convinzione di fondo che la divisione del lavoro sia in questo caso consigliata dalla straordinaria dinamicità dei processi in corso e dal fatto che siamo soltanto all’inizio di una rivoluzione epocale.

Manuale di informatica giuridica e diritto delle nuove tecnologie

DURANTE, Massimo;PAGALLO, Ugo
2012

Abstract

La rivoluzione informatica sta mutando alla radice principi, concetti e istituti degli or-dinamenti giuridici contemporanei, producendo altresì fattispecie inedite e fenomeni del tutto nuovi. Il Manuale è composto da 23 voci che attestano la rilevanza dei mutamenti in atto. Sul piano delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, si tratta di reti, internet e web, con le banche dati, gli sviluppi dell’intelligenza e degli agenti artificiali, oltre alle applicazioni della robotica. Sul piano del diritto positivo, il riferimento va alle specifiche differenze che emergono nei vari settori interessati, come privacy e copyright digitali, diritto penale dell’informatica e informatica forense, amministrazione digitale e processo informatico, sicurezza e commercio elettronico. Sul piano latamente sociale, basti poi far cenno alle ricadute dei social networks, alle nuove formule di distribu-zione dell’informazione e della cultura come le licenze creative commons, ai temi della trasparenza, della libertà di espressione online e dell’open data, fino a questioni di paternalismo e possibili derive autoritarie che chiamano in causa i nodi della fiducia in rete e l’odierno dibattito sull’etica del computer. Il dialogo a più voci, avviato con il presente volume, nasce dalla convinzione di fondo che la divisione del lavoro sia in questo caso consigliata dalla straordinaria dinamicità dei processi in corso e dal fatto che siamo soltanto all’inizio di una rivoluzione epocale.
UTET
1
530
9788859807773
http://www.shop.wki.it
informatica; Copyright; Privacy; Intelligenza Artificiale; Web 2. 0; networks; Robotica; Trust; nuove tecnologie.; Amministrazione digitale; Processo telematico; Informatica forense; e-governance; reati informatici; Sicurezza
M. DURANTE; U. PAGALLO
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Manuale_Informatica giuridica.pdf

Accesso riservato

Tipo di file: MATERIALE NON BIBLIOGRAFICO
Dimensione 4.39 MB
Formato Adobe PDF
4.39 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/120096
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact