Spazio religioso e paesaggio devozionale: i casi di Villanova e Torre