Il testo ebraico dell'Ecclesiastico: originale o retroversione?