Spetta alla Regione Lombardia la disciplina dei corsi di formazione per gli agenti affari in mediazione, in attuazione della legge 3 febbraio 1989 n. 39, in tema di disciplina della professione di mediatore. Vengono annullati di conseguenza gli artt. 15 e 16 del D.M. 2 dicembre 1990 n. 452, in quanto non spetta allo Stato adottare, con Decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, le relative norme regolamentari di attuazione.

Ancora una sentenza della Corte in tema di indirizzo e coordinamento, nota a sent, Corte cost. n. 391/91, in Giur. It., n. 2/1992

MACCHIA, Patrizia
1992-01-01

Abstract

Spetta alla Regione Lombardia la disciplina dei corsi di formazione per gli agenti affari in mediazione, in attuazione della legge 3 febbraio 1989 n. 39, in tema di disciplina della professione di mediatore. Vengono annullati di conseguenza gli artt. 15 e 16 del D.M. 2 dicembre 1990 n. 452, in quanto non spetta allo Stato adottare, con Decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, le relative norme regolamentari di attuazione.
2
-
-
indirizzo e coordinamento
Patrizia Macchia
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2 Ancora una sentenza della Corte sulla potestà statale di indirizzo e coordinamento.pdf

Accesso riservato

Tipo di file: POSTPRINT (VERSIONE FINALE DELL’AUTORE)
Dimensione 557.19 kB
Formato Adobe PDF
557.19 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/124817
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact