Del mutismo del verso poetico, o il ‛testo vuoto’ e ‛semivuoto’ nell’opera di G. Sapgir