Strumenti come agenti: a metà tra natura e storia