Lo “spirito civico” al Nord è senza patria