Da Simmel al "Collegio invisibile": differenze e contributi nella costruzione del frame goffmaniano