La fatica è uno dei sintomi principali che influisce negativamente sulla qualità di vita delle persone affette da Sclerosi Multipla (SM), tuttavia i meccanismi eziologici e fisiopatologici della fatica sono poco chiari. Questo studio ha esaminato i cambiamenti negli aspetti psicosociali e immunologici in donne affette da SM che soffrivano di fatica cronica a seguito di un programma di attività motoria adattata per un periodo di sette mesi e mezzo. Hanno preso parte allo studio quattordici donne affette da SM di tipo recidivante-remittente (età media: 42 ± 6 anni). Sono stati usati il Modified Fatigue Impact Scale ed il Multiple Sclerosis Quality of Life-54 per valutare fatica percepita e qualità di vita. Sono stati inoltre analizzati i livelli di RNA messaggero (mRNA) di sei citochine infiammatorie, utilizzando la metodica di Real Time Polymeras Chain Reaction (PCR). I risultati mostrano che il protocollo motorio ha avuto effetti positivi, in particolar modo sull’adattamento sociale delle partecipanti, ma non porta a modificazioni dei livelli di espressione di citochine, suggerendo come la fatica nelle persone affette da SM sia probabilmente causata da disfunzioni di ordine superiore agli aspetti del controllo motorio.

Gli effetti dell’esercizio aerobico ed anaerobico sugli indicatori di adattamento psicologico e biologico in donne affette da Sclerosi Multipla

CIAIRANO, Silvia;MARNETTO, Fabiana;MULASSO, ANNA;ROPPOLO, MATTIA;GOLLIN, MASSIMILIANO;MUSELLA, GIOVANNI;RABAGLIETTI, Emanuela;RAINOLDI, Alberto
2012

Abstract

La fatica è uno dei sintomi principali che influisce negativamente sulla qualità di vita delle persone affette da Sclerosi Multipla (SM), tuttavia i meccanismi eziologici e fisiopatologici della fatica sono poco chiari. Questo studio ha esaminato i cambiamenti negli aspetti psicosociali e immunologici in donne affette da SM che soffrivano di fatica cronica a seguito di un programma di attività motoria adattata per un periodo di sette mesi e mezzo. Hanno preso parte allo studio quattordici donne affette da SM di tipo recidivante-remittente (età media: 42 ± 6 anni). Sono stati usati il Modified Fatigue Impact Scale ed il Multiple Sclerosis Quality of Life-54 per valutare fatica percepita e qualità di vita. Sono stati inoltre analizzati i livelli di RNA messaggero (mRNA) di sei citochine infiammatorie, utilizzando la metodica di Real Time Polymeras Chain Reaction (PCR). I risultati mostrano che il protocollo motorio ha avuto effetti positivi, in particolar modo sull’adattamento sociale delle partecipanti, ma non porta a modificazioni dei livelli di espressione di citochine, suggerendo come la fatica nelle persone affette da SM sia probabilmente causata da disfunzioni di ordine superiore agli aspetti del controllo motorio.
13
11
18
Ciairano S; Bertolotto A; Marnetto F; Mulasso A; Roppolo M; Gollin M; Di Sapio A; Sperli F; Musella G; Rabaglietti E; Rainoldi A
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/132100
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact