Il deperimento dei querco-carpineti planiziali. Eziologia e indirizzi gestionali