Il disturbo disforico della fase luteale (premenstrual dysphoric disorder, PMDD) è uno dei principali disturbi della fase premestruale. E’ caratterizzato da sintomi talvolta invalidanti la sfera lavorativa, sociale e psico-affettiva delle pazienti, richiedendo quindi un approccio diagnostico e terapeutico quanto più minuzioso ed accurato possibile. Le strategie terapeutiche a disposizione per questa patologia sono molteplici, ma di recente, l’attenzione si è rivolta sul vitex agnus castus (VAC), considerato da numerose evidenze scientifiche come farmaco di prima scelta sia per la PMS che per il PMDD, essendo dotato di soddisfacenti proprietà terapeutiche e con esigui effetti collaterali. Metodi e risultati. Il nostro studio che ha valutato un gruppo di pazienti affette da PMDD e l’efficacia clinica di un trattamento con VAC (e paragonata tale efficacia ai risultati ottenuti in un altro gruppo omogeneo di pazienti trattato con fluoxetina).

Aspetti psichici del disturbo disforico della fase luteale (PMMD): nuove prospettive terapeutiche, il vites agnus castus (VAC): nostra esperienza

ANDO', AGATA MARIA CLAUDIA;
2011-01-01

Abstract

Il disturbo disforico della fase luteale (premenstrual dysphoric disorder, PMDD) è uno dei principali disturbi della fase premestruale. E’ caratterizzato da sintomi talvolta invalidanti la sfera lavorativa, sociale e psico-affettiva delle pazienti, richiedendo quindi un approccio diagnostico e terapeutico quanto più minuzioso ed accurato possibile. Le strategie terapeutiche a disposizione per questa patologia sono molteplici, ma di recente, l’attenzione si è rivolta sul vitex agnus castus (VAC), considerato da numerose evidenze scientifiche come farmaco di prima scelta sia per la PMS che per il PMDD, essendo dotato di soddisfacenti proprietà terapeutiche e con esigui effetti collaterali. Metodi e risultati. Il nostro studio che ha valutato un gruppo di pazienti affette da PMDD e l’efficacia clinica di un trattamento con VAC (e paragonata tale efficacia ai risultati ottenuti in un altro gruppo omogeneo di pazienti trattato con fluoxetina).
2011
63
3
237
245
L. Ciotta; I. Pagano; M. Stracquadanio; S. Di Leo; A. Ando'; C. Formuso
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/144902
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 8
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact