Con l’ordinanza in commento il giudice ordinario è chiamato per la prima volta a pronunciarsi su un’azione inibitoria cautelare collettiva di pubblicità ingannevole. Dopo aver analizzato la portata "processuale" di tale novità, il presente lavoro affronta la questione sostanziale del contenuto minimo e delle qualità essenziali degli obblighi informativi che la sentenza, in conformità con la giurisprudenza dell'Autorità garante, pone a carico dell'imprenditore sin dalla fase pubblicitaria.

L'inibitoria cautelare di pubblicità ingannevole davanti al giudice ordinario. / Letizia Coppo. - In: GIURISPRUDENZA ITALIANA. - ISSN 1125-3029. - (2013), pp. 387-391.

L'inibitoria cautelare di pubblicità ingannevole davanti al giudice ordinario.

COPPO, Letizia
2013

Abstract

Con l’ordinanza in commento il giudice ordinario è chiamato per la prima volta a pronunciarsi su un’azione inibitoria cautelare collettiva di pubblicità ingannevole. Dopo aver analizzato la portata "processuale" di tale novità, il presente lavoro affronta la questione sostanziale del contenuto minimo e delle qualità essenziali degli obblighi informativi che la sentenza, in conformità con la giurisprudenza dell'Autorità garante, pone a carico dell'imprenditore sin dalla fase pubblicitaria.
387
391
Consumatori; Pratiche commerciali scorrette; Pubblicità ingannevole; Inibitoria cautelare collettiva
Letizia Coppo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/152027
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact