Alcune riflessioni sull'effimero successo della commedia erudita in Francia nel XVII secolo