Riflessioni sulla (micro)variazione dialettale tra produzione e rappresentazione del dato linguistico