L'opera italiana all'estero: metamorfosi e costanti