In un territorio fortemente antropizzato come l’area metropolitana di Torino, la componente naturale del paesaggio è strettamente interconnessa con quella antropica. Se da un lato il contesto geologico ha da sempre rappresentato una risorsa, dall’altro costituisce anche un elemento di vulnerabilità che, in rapporto all’intensa e crescente urbanizzazione della città, può rappresentare un importante fattore di rischio per la tutela dell’ambiente e della popolazione.

La successione pliocenico-quaternaria su cui è edificata la Città di Torino e il suo significato per l’utilizzo del territorio

FORNO, Maria Gabriella;
2014

Abstract

In un territorio fortemente antropizzato come l’area metropolitana di Torino, la componente naturale del paesaggio è strettamente interconnessa con quella antropica. Se da un lato il contesto geologico ha da sempre rappresentato una risorsa, dall’altro costituisce anche un elemento di vulnerabilità che, in rapporto all’intensa e crescente urbanizzazione della città, può rappresentare un importante fattore di rischio per la tutela dell’ambiente e della popolazione.
GEOLOGIA DELL'AMBIENTE
2014
1
3
10
http://www.sigeaweb.it
M. Gabriella Forno; Stefania Lucchesi
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Forno_Lucchesi_et_al. 2014.pdf

non disponibili

Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 300.96 kB
Formato Adobe PDF
300.96 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/156692
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact