Il contributo prende in esame la "Venaria Reale" di Amedeo di Castellamonte, un singolare libro composto di testo (un dialogo tra due architetti) e immagini, pubblicato a Torino nel 1679. Tra i problemi analizzati: le ragioni della committenza del volume; i modelli francesi e romani; il rapporto tra architettura e decorazione; la fortuna della residenza della Venaria.

"Mole sì grande in picciol libro esposta": ragioni, modelli e fortuna della Venaria Reale di Amedeo di Castellamonte (1672-1679)

GAUNA, Chiara
2016

Abstract

Il contributo prende in esame la "Venaria Reale" di Amedeo di Castellamonte, un singolare libro composto di testo (un dialogo tra due architetti) e immagini, pubblicato a Torino nel 1679. Tra i problemi analizzati: le ragioni della committenza del volume; i modelli francesi e romani; il rapporto tra architettura e decorazione; la fortuna della residenza della Venaria.
Carlo e Amedeo di Castellamonte 1571-1683, ingegneri e architetti per i duchi di Savoia
Campisano
Architettura e Potere. Lo Stato sabaudo e la costruzione dell'immagine in una corte europea
4
287
303
978-88-98229-57-4
Venaria Reale; Architettura barocca; Decorazione barocca; Libro illustrato.
Gauna, Chiara
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Deroga_Gauna.pdf

Accesso riservato

Descrizione: Deroga
Tipo di file: DEROGA (OBBLIGATORIO ALLEGARE FILE CON MOTIVAZIONE)
Dimensione 1.51 MB
Formato Adobe PDF
1.51 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Gauna Castellamonte.pdf

Accesso riservato

Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 1.91 MB
Formato Adobe PDF
1.91 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/1567867
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact