Il libro è il frutto di una ricerca sull’edilizia pubblica in Italia che ha l’obiettivo di ricostruire con un taglio storico il complesso modello di governo delle politiche abitative pubbliche, esaminando i vari attori coinvolti, istituzionali e sociali. Lo fa partendo dall’analisi dell’Istituto Autonomo Case Popolari di Torino, uno dei principali enti coinvolti nella realizzazione degli interventi nel campo dell’edilizia sociale in una grande città industriale che ha conosciuto nel corso del XX secolo una profonda trasformazione urbanistica e socio-economica, tanto da farne un oggetto ideale di studio. Lo studio di caso risponde a diverse esigenze: esso aiuta anzitutto ad arricchire il quadro delle politiche abitative facendo emergere con maggiore chiarezza il protagonismo dei vari attori implicati nella definizione degli interventi e nella gestione del patrimonio edilizio; consente inoltre di valutare più approfonditamente i rapporti tra le varie istituzioni coinvolte ai vari livelli dell’apparato statale; infine, rende visibile l’operato di soggetti altrimenti difficilmente individuabili nelle statistiche nazionali o nelle comparazioni locali, cioè gli abitanti della città, gli inquilini delle case e i funzionari delle singole istituzioni.

La casa pubblica. Storia dell'Istituto autonomo case popolari di Torino

ADORNI, Daniela;TABOR, DAVIDE
2017

Abstract

Il libro è il frutto di una ricerca sull’edilizia pubblica in Italia che ha l’obiettivo di ricostruire con un taglio storico il complesso modello di governo delle politiche abitative pubbliche, esaminando i vari attori coinvolti, istituzionali e sociali. Lo fa partendo dall’analisi dell’Istituto Autonomo Case Popolari di Torino, uno dei principali enti coinvolti nella realizzazione degli interventi nel campo dell’edilizia sociale in una grande città industriale che ha conosciuto nel corso del XX secolo una profonda trasformazione urbanistica e socio-economica, tanto da farne un oggetto ideale di studio. Lo studio di caso risponde a diverse esigenze: esso aiuta anzitutto ad arricchire il quadro delle politiche abitative facendo emergere con maggiore chiarezza il protagonismo dei vari attori implicati nella definizione degli interventi e nella gestione del patrimonio edilizio; consente inoltre di valutare più approfonditamente i rapporti tra le varie istituzioni coinvolte ai vari livelli dell’apparato statale; infine, rende visibile l’operato di soggetti altrimenti difficilmente individuabili nelle statistiche nazionali o nelle comparazioni locali, cioè gli abitanti della città, gli inquilini delle case e i funzionari delle singole istituzioni.
Viella
I libri di Viella
243
5
237
978-88-6728-821-2
Storia sociale, storia urbana, Torino, dopoguerra, edilizia pubblica, case popolari, politiche abitative
Adorni, Daniela; D'Amuri, Maria; Tabor, Davide
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
La casa pubblica - Viella.pdf

Accesso riservato

Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 15.31 MB
Formato Adobe PDF
15.31 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
La casa pubblica - Viella(1).pdf

Accesso riservato

Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 3.09 MB
Formato Adobe PDF
3.09 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/1633322
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact