Le mamme che lavorano hanno un maggior rischio infarto di cuore che cresce all'aumentare del numero di figli a carico, in particolare se maschi. A Torino, come nel resto del Paese, il carico di lavoro domestico della donna che lavora è molto maggiore rispetto a quello del loro partner. I figli maschi rappresentano un carico supplementare più oneroso, per il loro minore contributo al lavoro domestico. Questo risultato, molto originale nel panorama della ricerca scientifica internazionale, sollecita l'attivazione di politiche di conciliazione dei tempi di cura e di lavoro sia da parte del mondo del lavoro (contratti di lavoro flessibili e part-time), sia da parte dell'offerta dei servizi per l'infanzia, sia da parte della società in termini di ripartizione equa dei compiti domestici e di cura in famiglia.

Quando le mamme lavorano: doppio carico di lavoro e salute

D'OVIDIO, FABRIZIO;SCARINZI, Cecilia;COSTA, Giuseppe
2017

Abstract

Le mamme che lavorano hanno un maggior rischio infarto di cuore che cresce all'aumentare del numero di figli a carico, in particolare se maschi. A Torino, come nel resto del Paese, il carico di lavoro domestico della donna che lavora è molto maggiore rispetto a quello del loro partner. I figli maschi rappresentano un carico supplementare più oneroso, per il loro minore contributo al lavoro domestico. Questo risultato, molto originale nel panorama della ricerca scientifica internazionale, sollecita l'attivazione di politiche di conciliazione dei tempi di cura e di lavoro sia da parte del mondo del lavoro (contratti di lavoro flessibili e part-time), sia da parte dell'offerta dei servizi per l'infanzia, sia da parte della società in termini di ripartizione equa dei compiti domestici e di cura in famiglia.
40 anni di salute a Torino
Inferenze scarl
134
141
978-88-942239-0-3
D'Ovidio, Fabrizio; d'Errico, Angelo; Scarinzi, Cecilia; Costa, Giuseppe
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
capitolo_mamme_infarto.pdf

Accesso aperto

Tipo di file: POSTPRINT (VERSIONE FINALE DELL’AUTORE)
Dimensione 203.13 kB
Formato Adobe PDF
203.13 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/1643023
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact