Alterità e coscienza di sé in Antonio Rosmini. Note di un percorso