La carica del boularchos, diffusa in area microasiatica tra età tardo ellenistica e imperiale, è attestata anche in Grecia continentale (Focide, Locride Ozolia, Acarnania, Etolia, Acaia) a partire dalla fine del V e soprattutto nel corso del III-II sec. a.C. L’articolo analizza la figura del boularchos nel contesto etolico, con il duplice obiettivo di chiarire meglio le funzioni, peraltro poco note, di questa magistratura e di gettare luce sull’organizzazione stessa dello stato federale etolico. La documentazione epigrafica porta a ipotizzare che il boularchos fosse una delle cariche supreme del koinon e che potesse coadiuvare con funzioni esecutive lo stratego, e talvolta farne le veci. Il legame tra boularchos e sinedrio non appare invece assodato, mentre l’accrescimento del collegio dei boularchoi nel corso del tempo va collegato a un generale sviluppo dello stato federale etolico, piuttosto che non alla sua espansione e organizzazione in distretti. Questi boularchoi, presenti nella documentazione del koinon, vanno distinti da un’altra tipologia di boularchos, attestata in iscrizioni prodotte a livello locale: il boular-chos del Lokrikon telos, presente a Naupaktos e Delfi, e quello dello Stratikon telos, attestato Stratos, dovevano essere infatti boularchoi con competenze sui territori annessi dagli Etoli e organizzati in tele. L’analisi della documentazione epigrafica suggerisce che queste figure non fossero rappresentanti delle comunità locali all’interno degli organi centrali, ma piuttosto figure nominate a livello centrale per l’amministrazione dei territori annessi.

I boularchoi in Etolia

Lasagni C.
2012

Abstract

La carica del boularchos, diffusa in area microasiatica tra età tardo ellenistica e imperiale, è attestata anche in Grecia continentale (Focide, Locride Ozolia, Acarnania, Etolia, Acaia) a partire dalla fine del V e soprattutto nel corso del III-II sec. a.C. L’articolo analizza la figura del boularchos nel contesto etolico, con il duplice obiettivo di chiarire meglio le funzioni, peraltro poco note, di questa magistratura e di gettare luce sull’organizzazione stessa dello stato federale etolico. La documentazione epigrafica porta a ipotizzare che il boularchos fosse una delle cariche supreme del koinon e che potesse coadiuvare con funzioni esecutive lo stratego, e talvolta farne le veci. Il legame tra boularchos e sinedrio non appare invece assodato, mentre l’accrescimento del collegio dei boularchoi nel corso del tempo va collegato a un generale sviluppo dello stato federale etolico, piuttosto che non alla sua espansione e organizzazione in distretti. Questi boularchoi, presenti nella documentazione del koinon, vanno distinti da un’altra tipologia di boularchos, attestata in iscrizioni prodotte a livello locale: il boular-chos del Lokrikon telos, presente a Naupaktos e Delfi, e quello dello Stratikon telos, attestato Stratos, dovevano essere infatti boularchoi con competenze sui territori annessi dagli Etoli e organizzati in tele. L’analisi della documentazione epigrafica suggerisce che queste figure non fossero rappresentanti delle comunità locali all’interno degli organi centrali, ma piuttosto figure nominate a livello centrale per l’amministrazione dei territori annessi.
2, 2012
171
204
http://www.ojs.unito.it/index.php/historika/article/view/336
Koinon degli Etoli, stati federali greci
Lasagni C.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
336-1968-1-PB.pdf

Accesso aperto

Descrizione: pdf open access articolo
Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 2.42 MB
Formato Adobe PDF
2.42 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/1661494
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact