Parole e musica. Alcune riflessioni su 'Purgatorio', II, e dintorni