Tra oralità e scrittura: il metodo di Nuto Revelli nelle opere sul mondo contadino