Il contributo analizza alcune delle peculiarità della cultura e della politica del primo Ottocento. Inquadrando l'analisi nel contesto 'plurale' della penisola italiana divisa in Stati regionali punto in primo luogo a definire come specie a sé stante il modello dello Stato della Restaurazione, diverso dal quello settecentesco, da quello napoleonico e anche da quello che sarà lo Stato liberale del più maturo Ottocento. Viene qui messo in evidenza anche l'attenzione per la storia, per lo studio della Storia e per la dimensione storica di parte della letteratura di cui il romanzo storico è solo una delle tante manifestazioni. Il contributo mette poi in evidenza l'esistenza di una periodizzazione 'forte' che segna il primo sessantennio dell'Ottocento: un cesura negli anni '30-'40 ed una cesura negli anni '60-'65. Concentrandosi sulla prima il saggio illustra anche la nascita di un nuovo attore dalla forza dirompente e che si impone come referente politico e 'costituzionalmente rilevante' nei confronti dei sovrani, ossia l'Opinione pubblica.

Dentro e fuori gli archivi. Istituzioni, storie e memorie nell’Italia del primo Ottocento

antonio chiavistelli
2018

Abstract

Il contributo analizza alcune delle peculiarità della cultura e della politica del primo Ottocento. Inquadrando l'analisi nel contesto 'plurale' della penisola italiana divisa in Stati regionali punto in primo luogo a definire come specie a sé stante il modello dello Stato della Restaurazione, diverso dal quello settecentesco, da quello napoleonico e anche da quello che sarà lo Stato liberale del più maturo Ottocento. Viene qui messo in evidenza anche l'attenzione per la storia, per lo studio della Storia e per la dimensione storica di parte della letteratura di cui il romanzo storico è solo una delle tante manifestazioni. Il contributo mette poi in evidenza l'esistenza di una periodizzazione 'forte' che segna il primo sessantennio dell'Ottocento: un cesura negli anni '30-'40 ed una cesura negli anni '60-'65. Concentrandosi sulla prima il saggio illustra anche la nascita di un nuovo attore dalla forza dirompente e che si impone come referente politico e 'costituzionalmente rilevante' nei confronti dei sovrani, ossia l'Opinione pubblica.
Erudizione cittadina e fonti documentarie. Archivi e ricerca storica nell’Ottocento italiano (1840-1880)
Firenze University Press
Reti Medievali E-Book
33
907
923
9788864538396
http://www.rm.unina.it/rmebook/index.php?mod=none_Erudizione
Istituzioni, Storia, Restaurazione, Risorgimento, Archivi, Archivistica, Costituzione, Stato della Restaurazione, Memorie, Ottocento, Erudizione, Opinione pubblica, Sociabilità
antonio chiavistelli
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2.1 - Chiavistelli A - Dentro e fuori gli archivi ---.pdf

Accesso aperto

Descrizione: file pdf editoriale
Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 360.48 kB
Formato Adobe PDF
360.48 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/1678165
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact