F. VARALLO, «…era un sottilissimo nastro, con che frenava il cavallo». Ritratti equestri, cerimonie e loisir nella corte sabauda del XVII secolo