La diseguaglianza degli antichi e dei moderni. Da Aristotele ai nuovi meteci