Il destino impresso. Per una teoria della destinalità nel cinema