Il libro affronta il nodo dei rapporti centro/periferia negli Stati sabaudi della Restaurazione; a partire dall’ edizione di un inedito Progetto di riforma del Regolamento dei pubblici approntato nel periodo di Carlo Felice emergono alcuni tratti dei comuni sabaudi e della loro amministrazione. I tentativi di razionalizzazione dei “pubblici”, avviati in Piemonte già nel Settecento, proseguono con cautela anche nel periodo della Restaurazione, con particolare attenzione ai controlli e alle azioni degli intendenti e alla necessità di trovare un’adeguata collocazione alla nobiltà, da sempre fedele alla monarchia e ancora nell’Ottocento considerata centrale nei governi locali. Le riforme avviate nella Restaurazione si collocano in un’ottica ancora legata a modelli organicistici e plurali (come dimostra la difficoltà a eliminare il regime particolare di alcune città privilegiate), ma preludono a più decisi cambiamenti, che si realizzano poi con il regime costituzionale. Infine, lo studio di un episodio dell’evoluzione dei rapporti fra centro e periferia rappresenta lo spunto per alcune riflessioni più generali sulle comunità locali e sulle amministrazioni periferiche.

«Con somma cautela e maturità di giudizio».Centro, periferia e comunità in un Progetto di riforma nella Restaurazione sabauda

M. Rosboch
2019

Abstract

Il libro affronta il nodo dei rapporti centro/periferia negli Stati sabaudi della Restaurazione; a partire dall’ edizione di un inedito Progetto di riforma del Regolamento dei pubblici approntato nel periodo di Carlo Felice emergono alcuni tratti dei comuni sabaudi e della loro amministrazione. I tentativi di razionalizzazione dei “pubblici”, avviati in Piemonte già nel Settecento, proseguono con cautela anche nel periodo della Restaurazione, con particolare attenzione ai controlli e alle azioni degli intendenti e alla necessità di trovare un’adeguata collocazione alla nobiltà, da sempre fedele alla monarchia e ancora nell’Ottocento considerata centrale nei governi locali. Le riforme avviate nella Restaurazione si collocano in un’ottica ancora legata a modelli organicistici e plurali (come dimostra la difficoltà a eliminare il regime particolare di alcune città privilegiate), ma preludono a più decisi cambiamenti, che si realizzano poi con il regime costituzionale. Infine, lo studio di un episodio dell’evoluzione dei rapporti fra centro e periferia rappresenta lo spunto per alcune riflessioni più generali sulle comunità locali e sulle amministrazioni periferiche.
Editrice Scientifica Italiana - Università di Torino
Memorie del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Torino
10/2019
1
234
9788849541182
Restaurazi9one; amministrazioni locali; comunità intermedie
M. Rosboch
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Con somma cautela e maturità di giudizio ROSBOCH 2019.pdf

accesso aperto

Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 1.33 MB
Formato Adobe PDF
1.33 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
rosboch_consommacautela_monografia.pdf

non disponibili

Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 1.33 MB
Formato Adobe PDF
1.33 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/1720096
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact