Quando lo Stato non voleva vedere