L'articolo approfondisce lo studio della c.d. “riserva di regolazione” assegnata dalla legge alle autorità indipendenti, che trova il suo limite nel rispetto degli obiettivi generali di carattere sociale, di tutela ambientale e di uso efficiente delle risorse. La legge e gli indirizzi di politica generale del Governo devono quindi esprimersi sulla cura dei corrispondenti interessi pubblici, orientando l’attività di regolazione. Il bilanciamento della libertà garantita dall’art. 41 della Costituzione con le previste finalità sociali deve essere affidato all’indirizzo politico e non a un’attività "politica" delle autorità indipendenti. La crisi del modello del regolatore, evidenziata in altri ordinamenti statali, testimonia che il bisogno di competenze tecniche non richiede inevitabilmente l’istituzione di autorità specifiche, salvo imposizioni (ove legittime) del diritto sovranazionale, nello “Stato di amministrazione”, dove la normazione di settori tecnici ad alta instabilità ha in passato già giustificato, con analoghe argomentazioni, la riserva di regolamento governativo.

AUTORITÀ DI REGOLAZIONE, NUOVO INDIRIZZO POLITICO E CATTURA DAL MERCATO

FOA' SERGIO
2020

Abstract

L'articolo approfondisce lo studio della c.d. “riserva di regolazione” assegnata dalla legge alle autorità indipendenti, che trova il suo limite nel rispetto degli obiettivi generali di carattere sociale, di tutela ambientale e di uso efficiente delle risorse. La legge e gli indirizzi di politica generale del Governo devono quindi esprimersi sulla cura dei corrispondenti interessi pubblici, orientando l’attività di regolazione. Il bilanciamento della libertà garantita dall’art. 41 della Costituzione con le previste finalità sociali deve essere affidato all’indirizzo politico e non a un’attività "politica" delle autorità indipendenti. La crisi del modello del regolatore, evidenziata in altri ordinamenti statali, testimonia che il bisogno di competenze tecniche non richiede inevitabilmente l’istituzione di autorità specifiche, salvo imposizioni (ove legittime) del diritto sovranazionale, nello “Stato di amministrazione”, dove la normazione di settori tecnici ad alta instabilità ha in passato già giustificato, con analoghe argomentazioni, la riserva di regolamento governativo.
2020
4
765
806
Autorità amministrative indipendenti, indirizzo politico, regolazione, potere regolamentare
FOA' SERGIO
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Foà Autorità regolazione indirizzo politico Dir. amm. 2020.pdf

Accesso riservato

Descrizione: Articolo principale
Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 435.2 kB
Formato Adobe PDF
435.2 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/1781673
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact