"Archivio YouTube". L'ambiente di video-sharing come ipotetico generatore di regolarità enunciative