Il saggio parte dalla nozione husserliana di epoché e ne esplora il valore fondativo in vista dell’elaborazione di una teoria della soggettività trascendentale. Si mostra come l’esito più interessante del discorso fenomenologico consista nel rendere impossibile una fondazione in cui il soggetto trascendentale sia esterno al corso dell’esperienza la cui legalità e consistenza va giustificata. Emblematica, in tal senso, la riflessione condotta da Paci nel Diario fenomenologico, un testo in cui l’embricazione tra universalità e singolarità che caratterizza l’argomentare fenomenologico viene a costituirsi quale luogo della fondazione.

Dalla scienza rigorosa al diario

Giovanni Leghissa
2021

Abstract

Il saggio parte dalla nozione husserliana di epoché e ne esplora il valore fondativo in vista dell’elaborazione di una teoria della soggettività trascendentale. Si mostra come l’esito più interessante del discorso fenomenologico consista nel rendere impossibile una fondazione in cui il soggetto trascendentale sia esterno al corso dell’esperienza la cui legalità e consistenza va giustificata. Emblematica, in tal senso, la riflessione condotta da Paci nel Diario fenomenologico, un testo in cui l’embricazione tra universalità e singolarità che caratterizza l’argomentare fenomenologico viene a costituirsi quale luogo della fondazione.
390
giugno 2021
84
95
epoché - trascendentale - soggetto
Giovanni Leghissa
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Dalla scienza rigorosa al diario.pdf

Accesso riservato

Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 124.05 kB
Formato Adobe PDF
124.05 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/1789098
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact