Spesso accade che gli arbitri si trovino a fronteggiare eccezioni di parte o questioni procedurali che hanno origine da una imprecisa, imperfetta o addirittura erronea formulazione della convenzione arbitrale. In questo contributo l’Autore esamina, anche con l’ausilio di alcuni esempi concreti, le principali criticità che si rinvengono nei patti compromissori e suggerisce accorgimenti di buona tecnica redazionale.

Un problema cruciale per il “buon andamento” della giustizia arbitrale societaria: la redazione della clausola compromissoria

Stefano A. Cerrato
2021-01-01

Abstract

Spesso accade che gli arbitri si trovino a fronteggiare eccezioni di parte o questioni procedurali che hanno origine da una imprecisa, imperfetta o addirittura erronea formulazione della convenzione arbitrale. In questo contributo l’Autore esamina, anche con l’ausilio di alcuni esempi concreti, le principali criticità che si rinvengono nei patti compromissori e suggerisce accorgimenti di buona tecnica redazionale.
8/9
987
1003
arbitrato, clausola compromissoria, società
Stefano A. Cerrato
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
222 CERRATO, Un problema cruciale per il buon andamento dell'arbitrato societario, Soc., 2021, 987 ss..pdf

Accesso riservato

Descrizione: 222 CERRATO, Un problema cruciale per il buon andamento dell'arbitrato societario, Soc., 2021, 987 ss.
Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 156.36 kB
Formato Adobe PDF
156.36 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/1826260
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact