Bertolucci e il «romanzo in versi», ovvero come ricostruire un’identità poetica forte