La rivoluzione digitale ha portato alla nascita di un nuovo modello economico in cui i dati e la conoscenza in generale si attestano come la più promettente risorsa dell’era postindustriale. Nel concetto di conoscenza è insito un conflitto di fondo. Da un lato, l’interesse privato a capitalizzarne il valore, che rende strategica la pro- prietà intellettuale come forma di controllo del sapere. Dall’altro, l’interesse gene- rale a riservare al pubblico dominio – ovvero alla libera fruizione collettiva – una parte sostanziale del capitale intellettuale e semantico e del patrimonio culturale. L’economia di rete, fondata sulla condivisione di conoscenza, soffre oggi un gap di contenuti di pubblico dominio. Appena il 10% del patrimonio culturale europeo è digitalizzato e meno della metà è accessibile in rete e disponibile per il riutilizzo. A risponderne è in primo luogo il diritto che stenta a riconoscere tutela alle istanze di accesso aperto ai beni comuni. La presente monografia guida il lettore attraverso le varie aree del diritto che contribuiscono a restringere il perimetro del pubblico dominio. Il volume spazia dal diritto d’autore, al regolamento a tutela dei dati per- sonali, dal codice dei beni culturali, alla recente proposta di Data Governance Act. Conclude, infine, che nell’equo bilanciamento tra gli interessi in conflitto, ogni con- sociato dovrebbe vantare un diritto soggettivo alla libera utilizzazione dei beni im- materiali che compongono il pubblico dominio: un “diritto al pubblico dominio”

Il pubblico dominio nella società della conoscenza. L’interesse generale al libero utilizzo del capitale intellettuale comune

Jacopo Ciani Sciolla
2021-01-01

Abstract

La rivoluzione digitale ha portato alla nascita di un nuovo modello economico in cui i dati e la conoscenza in generale si attestano come la più promettente risorsa dell’era postindustriale. Nel concetto di conoscenza è insito un conflitto di fondo. Da un lato, l’interesse privato a capitalizzarne il valore, che rende strategica la pro- prietà intellettuale come forma di controllo del sapere. Dall’altro, l’interesse gene- rale a riservare al pubblico dominio – ovvero alla libera fruizione collettiva – una parte sostanziale del capitale intellettuale e semantico e del patrimonio culturale. L’economia di rete, fondata sulla condivisione di conoscenza, soffre oggi un gap di contenuti di pubblico dominio. Appena il 10% del patrimonio culturale europeo è digitalizzato e meno della metà è accessibile in rete e disponibile per il riutilizzo. A risponderne è in primo luogo il diritto che stenta a riconoscere tutela alle istanze di accesso aperto ai beni comuni. La presente monografia guida il lettore attraverso le varie aree del diritto che contribuiscono a restringere il perimetro del pubblico dominio. Il volume spazia dal diritto d’autore, al regolamento a tutela dei dati per- sonali, dal codice dei beni culturali, alla recente proposta di Data Governance Act. Conclude, infine, che nell’equo bilanciamento tra gli interessi in conflitto, ogni con- sociato dovrebbe vantare un diritto soggettivo alla libera utilizzazione dei beni im- materiali che compongono il pubblico dominio: un “diritto al pubblico dominio”
G. Giappichelli Editore
Digitalica
13
1
596
9788892194618
9788892138056
https://www.giappichelli.it/il-pubblico-dominio-nella-societa-della-conoscenza
https://www.giappichelli.it/il-pubblico-dominio-nella-societa-della-conoscenza-e-book
pubblico dominio, società della conoscenza, società dell'informazione, capitalismo cognitivo, accesso aperto, digitalizzazione, capitale semantico, beni comuni, open licensing, diritto d'autore, diritto di accesso, dati, beni culturali, opere dell'ingegno, proprietà intellettuale, biblioteche, opere orfane, opere fuori commercio, proprietà
Jacopo Ciani Sciolla
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
JacopoCiani_monografia.pdf

Accesso aperto

Descrizione: intero volume
Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 5.96 MB
Formato Adobe PDF
5.96 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/1842238
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact