Avogadro, Berzelius e la chimica della prima metà del XIX secolo