"Spietato ma fraterno": il Goldoni di Anna Banti