Arbitrato societario: sono valide le clausole «di diritto comune»?