Il mondo alla rovescia nel “Cane di Diogene”