Giorgio Bassani e le occasioni letterarie per Luchino Visconti. Qualche appunto preliminare