"Amerai il prossimo tuo come te stesso". Alcune osservazioni sull’interpretazione di Lv 19,18 nell'antica letteratura cristiana